Quiche di ricotta e pomodorini

Quiche di ricotta e pomodorini

costata-salatafirma

Con questo caldo l’ultima cosa che avrei dovuto fare è accendere il forno, ma erano giorni che mi balzava nella testa l’idea di farmi una torta salata e così non ho resistito.
Fortunatamente casa mia è abbastanza fresca. Però oggi tra il pentolone di ceci, quello con le pannocchie e il forno, stavo per morire.
Comunque ne è valsa la pena.
Avevo già fatto una specie di quiche in passato usando la farina di ceci, ma la consistenza non mi convinceva molto, troppo dura, più somigliante ad una farinata.. Oggi allora ho voluto provare a farla con la ricotta di soia, aggiungendo un po’ di besciamella per legare. Devo dire che il risultato mi è piaciuto molto. Però per ottenere proprio la consistenza quiche bisognerebbe aggiungere anche della panna… ma non esageriamo, che già bastano i dolci a fare danni.
Insomma ecco la ricetta:
Ingredienti per la base:
100gr di farina di farro
35ml di olio di oliva
50ml di acqua fredda
sale
Ingredienti per il ripieno:
Ricotta ottenuta da 2litri di latte di soia
1 mazzetto di basilico
1C di farina manitoba
2C di olio di oliva
150ml di latte di soia circa
sale
2C di latte di soia
2C di lievito alimentare in scaglie
1/2 cipolla fresca
12cc di curcuma
Ingredienti copertura:
6pomodorini
sale
pepe
olio
Porcedimento:
Innanzitutto bisogna preparare la ricotta il giorno prima, portando a bollore il latte e aggiungendo 10cucchiai di aceto di mele. Una volta che il latte è cagliato scolarlo e ripassarlo sotto l’acqua per togliere l’aroma di aceto. Conservare in una forma da ricotta e lasciarlo in frigo tutta la notte.
Per la torta preparare la base aggiungendo alla farina il sale, l’olio e l’acqua. Lavorare l’impasto e avvolgerlo in una pellicola trasparente. Riporlo in frigo il tempo di preparare il ripieno.
Frullare la ricotta ormai compatta con 2C di latte di soia e il basilico fino ad ottenere una consistenza cremosa. Mettere da parte.
Preparare la besciamella facendo scaldare 2 cucchiai di olio e aggiungendo la farina e, mescolando continuamente, il latte a filo e per ultima la curcuma.
In una padella soffriggere la cipolla e aggiungerci la crema di ricotta, il sale, il lievito e spagnere. Versarci dentro anche la besciamella e amalgamare bene il tutto.
Riprendere la pasta dal frigo e stenderla con le dita su una teglia, versare all’interno la crema e decorare con i pomodori pachino tagliati a metà, un pizzico di sale e il pepe. Infine aggiungere un filo d’olio.
Preriscaldare il forno a 180 gradi e cuocere la quiche per 30 minuti, di cui gli ultimi 5 con la funzione grill.
Aspettare che raffreddi un pochino e servire.

Ecco la torta tagliata.

Dite che ne è valsa la pena accendere il forno?
Beh, provate e fatemi sapere.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Romina Coppola Attribuzione 3.0 Unported.

Pizza Raw ai funghi e olive

Pizza Raw ai funghi e olive

pizza-raw-3
Pizza!!! Sono giorni che penso di farmi una bella pizza, ma la mia pasta madre è andata in letargo. Così invece di svegliarla ho pensato di mettere in ammollo i miei pomodori secchi e di farmi una bella, sana pizza raw. Questa è la mia pizza preferita, la marinara con aggiunta di olive e funghi. Non ho mai pensato di poterla amare anche cruda e invece..
Quindi Ecco a voi un raw pizza con pomodori, funghi e olive.
(more…)

Cavoli marinati

Cavoli marinati

cavolo-fra3

Vi ricordate la foto del cavolo?
Insomma, la modella è sempre la stessa, il cavolo no, ma tra un dolcetto e un altro, ecco che compare quella foto del cavolo, tra le mani della mia bellissima raw vegan modella.
Adoro questo piatto. Adoro come un semplice cavolo può trasformarsi un piatto meraviglioso.
E cosa c’è in questo piatto?
Cavolo.
Come cavolo è stato cucinato?
Non lo è stato.
E quindi mangi cavolo crudo?
Certo
E di cosa sa?
Di cavolo.
Diffidente lo provo e alla prima forchettata dico: ma cos’è questo sapore meraviglioso?
Cavolo!
Mi piace come la mia interlocutrice con tutta nonchalance risponde alle mie domande del cavolo o sul cavolo.
Lei, la mia modella e gran saggia donna potete trovarla QUI dove risponderà a tutte le vostre domande del cavolo.
La cosa più bella di questa ricetta è la preparazione. Per cucinarla bisogna massaggiare.

(more…)

Pizza cruda con pomodorini e avocado.

Pizza cruda con pomodorini e avocado.

pizza-raw

Questa ricetta è frutto di un esperimento e quando invento da zero aggiungo sempre un po’ di questo e un po’ di quello. Quindi mi dispiace se non ho la ricetta con le dosi precise, ma spero che con una serie di input riusciate ad ottenere lo stesso impasto e lo stesso sugo perché era veramente ottima.
(more…)

Wraps Crudisti

Wraps Crudisti

warps

Ma voi lo sapevate che il cavolo cappuccio nasce anche d’estate? Io sono andata nell’orto per prendere dei cetrioli e me li ritrovo li grossi, belli verdi, pronti per essere raccolti. Così ho deciso di prenderli ed usarli per avvolgere un po’ di verdure che ultimamente abbondano nella mia cucina. Ho sempre pensato che non cucinando più avrei avuto meno cose da lavare, ma tra la frutta mangiata a morsi, con tutto il succo che cola sulla maglia, le mani appiccicose ovviamente pulite sui pantaloni, e la verdura, quando proprio vuoi fare un piattino “elaborato”, ritrovandoti col succo non solo su di te, ma anche a terra e sui mobili e butta la buccia ma no conservale che la frullo e la essicco, e assaggia questo, e frulla e versa e travasa, perde acqua e asciuga e cammina scalza sul pavimento sporco…
Ehm, menomale che vivo sola altrimenti credo proprio che la convivenza con me ultimemente risulterebbe alquanto complicata.
Insomma con il cavolo cappuccio, qualche verdura spaghettata, qualcosa di essiccato (fortuna che è tornato il sole) e un bel pesto ecco cosa ne è venuto fuori.
(more…)