Un altro formaggio

Un altro formaggio

formaggio2
Una settimana fa sono arrivata qui nelle Marche dove ho avuto il piacere e l’onore di fare da fotografa al matrimonio di Valentina del blog “naturalentamente”. Donna meravigliosa che porta la sua testimonianza, nel suo blog, a proposito di cura dei figli, approccio etico alla vita e la lentezza nel affrontare eventi che a volte agnuno di noi da per scontato. Ho amato subito la sua famiglia e ho cercato di esprimerlo mediante le immagini scattate attraverso l’obiettivo.
Da quel giorno insomma. vista l’abbondanza di cibo che offriva il menù vegan, ho ricominciato a mangiare cotto, condito e a volte poco salutare (come l’altra sera quando siamo andati tutti a mangiare il burger vegan).
formaggio
Ingredienti:250gr di anacardi
14 tazza di kefir già pronto
1cucchiaino di cipolla disidratata e essiccata
1cucchiaino raso di miso bianco
1cucchiaio di lievito alimentare
2cucchiai di olio di cocco
spezie- misto di paprica dolce, aglio, chili in polvere, rosa damascena, origano, timo, basilico, rosmarino, pepe nero,girasole, calendula
Procediento:
Mettere in ammollo gli anacardi la sera prima.
Scolarli e frullarli insieme al kefir d’acqua. Aggiungere tutti gli altri ingredienti tranne le spezie e versare la crema ottenuta in una forma da ricotta.
Lasciare in un luogo buio per 24 ore.
Riprendere il formaggio e lasciarlo in frigo a rassodare per 12 ore.
Ripassare il formaggio nelle spezie e lasciarlo altre 12 ore.

Un altro formaggio
Prep time:
Cook time:
Total time:
Ingredients
  • 1/4 tazza di kefir già pronto
  • 1cucchiaino di cipolla disidratata e essiccata
  • 1cucchiaino raso di miso bianco
  • 1cucchiaio di lievito alimentare
  • 2cucchiai di olio di cocco
  • spezie- misto di paprica dolce, aglio, chili in polvere, rosa damascena, origano, timo, basilico, rosmarino, pepe nero,girasole, calendula
Instructions
  1. Mettere in ammollo gli anacardi la sera prima.
  2. Scolarli e frullarli insieme al kefir d’acqua. Aggiungere tutti gli altri ingredienti tranne le spezie e versare la crema ottenuta in una forma da ricotta.
  3. Lasciare in un luogo buio per 24 ore.
  4. Riprendere il formaggio e lasciarlo in frigo a rassodare per 12 ore.
  5. Ripassare il formaggio nelle spezie e lasciarlo altre 12 ore.
Treccia alle erbe

Treccia alle erbe

treccia2
E’ da un paio di giorni che mi è venuta la fissa della pasta madre. In passato ho sperimentato qualche pane in cassetta e qualche tarallo, ricordo ancora la torta delle rose ripiena di marmellata e le pizze. Ma per parecchio tempo l’ho abbandonata, lasciandola in un angolo del frigo, ma ricordandomi comunque di nutrirla una volta ogni due mesi. E si, lo so, non l’ho curata per niente. Però devo dire che si riprende sempre alla grande e per questo l’ho chiamata Franca (poichè la fa sempre franca >,<). Complice è stata una magnifica foto di un pane casereccio che mi ha fatto venire voglia di ottenere una bella pagnotta per poi poterla fotografare anche io a mia volta. Così scovando su internet ho trovato questo magnifico blog Pan di pane dove ho iniziato a prendere spunto e cercare di fare qualche ricetta. Dico cercare perché conosco bene la mia concentrazione quando si tratta di seguire dosi e ricette, una concentrazione pari a zero. Infatti cercando di seguire una ricetta che richiedeva 500gr di farina io senza rendermi conto ne ho messi 1kg. Poi essendo l’impasto ovviamente troppo asciutto, ho aggiunto l’acqua e devo dire che il risultato è stato sorprendete. Però oggi condivido queste trecce, sempre ispirate da questo blog, ma, e c’è sempre un ma, volevo seguire la ricetta del pane, quindi l’impasto è del pane e poi all’ultimo ho voluto fare la treccia.
Insomma, è andata bene. Magari la prossima volta provo la ricetta originale.
(more…)

Ragù di lenticchie

Ragù di lenticchie

ragu3
Di tutti i tipi di ragù che ho mai provato (vegan ovviamente) questo è il mio preferito. Al secondo posto c’è quello fatto col granulare di soia che sfumato col vino rosso ricorda il ragù alla bolognese, e al terzo posto quello fatto col seitan, ma fare un ragù col glutine per una pasta fatta anche essa di farina mi sembra troppo pesante.
Insomma, il ragù fatto di lenticchie è il migliore perché è equilibrato, è saporito e la consistenza delle lenticchie rendono il sugo cremoso e rustico al punto giusto.
(more…)

Polpette raw

Polpette raw

polpette-raw
In foto vediamo delle polpette di lenticchie germogliate con chips di zucchine essiccate al sapore di parica.

Raw crackers ai semi di chia

Raw crackers ai semi di chia

RAW CRACKERS AI SEMI DI CHIA

crackers orr
Come avrete capito dalle ultime tre foto, ultimamente sto sperimentando parecchie ricette raw. Sto lavorando sullo stile, sulla composizione e su una nuova idea di cucina. Questo non significa che magari domani non potrei pubblicare una torta, tanti fazzoletti e posate sporche, ma che ho bisogno che questo blog prenda una ventata di aria fresca. Mi dispiace non mettere neanche stavolta la ricetta, ma segnarmi le dosi ultimamente non è il mio forte. Intanto in frigo ho il rejuvelac a cui sto dietro da una settimana. Chissà che in questi giorni non verrà qualche nuova ricetta formaggiosa. 😉
A presto!

Formaggio fermentato con rejuvelac

Formaggio fermentato con rejuvelac

formaggio
Per preparare questo formaggio occorrono almeno 5-6 giorni. Bisogna prima di tutto mettere a germogliare il grano. (Io in questo caso ho usato il grano saraceno). Una volta germogliato occorre metterlo in un recipiente con l’acqua e dopo un paio di giorni inizia a fermentare. L’acqua del barattolo può essere usata sia da bere che per far fermentare i formaggi vegetali. Nel web trovate varie descrizioni, ma non lasciatevi spaventare, è più facile di quello che sembra. Se volete una ricetta più dettagliata nel sito troverete vari tipi di fermentazione, tra cui quella con rejuvelac. Con kefir, fermenti, mela e kombucha…
Basta scegliere quella che si preferisce. Io fin’ora ho sempre preferito questa.
Buona sperimentazione!
formaggio orr

Il rejuvelac in preparazione!

rejuvelac